Tarantula Rubra - home

 

Chi  Tarantula Rubra Tarantula Rubra chi ?

Musica Musica e interviste

Transe Transe

Tarantismo e NeoTarantismo Tarantismo e NeoTarantismo

Segui Tarantula Rubra nelle sue tappe Segui Tarantula Rubra

Rassegna Stampa Rassegna Stampa

Galleria Fotografica Galleria Fotografica

Link e Libri consigliati da Tarantula Rubra Varie

Link e Libri consigliati da Tarantula Rubra In Rete

Veneri e Priapi


[...] "La riscoperta dei culti pagani nel Rinascimento è stata descritta da Saxl, il quale ha sottolineato come questi costituissero dei modelli alternativi al culto cristiano, prima ancora che l'analogia fra culti pagani e culti cattolici venisse usata come argomento di propaganda protestante. A rafforzare l'associazione fra culti pagani e riti di fertilità, a specifica base fallica, aveva contribuito involontariamente l'autorevole testimonianza di S. Agostino, il quale aveva denunciato l'oscenità delle cerimonie pagane, citando scandalizzato quella in cui nobili matrone incoronavano di fiori l'attrezzo di Bacco (la cerimonia era da lui interpretata come cerimonia d'iniziazione sessuale) e addirittura raccogliendo la testimonianza secondo la quale "membri maschili e femminili" venivano posti nei templi di Bacco e Venere."[...]


[...] “
Il "Soter cosmou" potrebbe avere qualche legame con una delle caratteristiche figure della cultura napoletana, quella di Pulcinella, che abbiamo già vista tatuata sul braccio di Gaetano, lo scugnizzo di William Hamilton. Un'etimologia settecentesca fa derivare il nome di Pulcinella da "piccolo pulcino". Ponendo l'accento sul legame tra pulcino e gallo, alcuni storici moderni annoverano tra gli antenati iconologici di Pulcinella la figura del "Priapus Gallinaceus", e per illustrarla scelgono proprio la versione del "Priapus Gallinaceus" riportata nell'opera di Hamilton e Knight. Talvolta Pulcinella è raffigurato con un campanaccio tra i glutei e con in testa un uccello in gabbia. In quanto associate agli uccelli, le figure del "Priapus Gallinaceus" e di Pulcinella hanno quindi qualche titolo per essere parenti del Papageno del Flauto magico (1791) di Emmanuel Schikaneder e Mozart. L'idea di mettere in scena un Papageno nei panni di un "Priapus Gallinaceus" - Pulcinella non sarebbe poi del tutto balzana.” [...]

 

Questi brani sono tratti dal libro
Veneri e Priapi - Culti di fertilità e mitologie falliche tra Napoli e Londra nell'età dell'Illuminismo
Giancarlo Carabelli, ARGO EDIZIONI, 1996

------------------------ ------------------------

Per saperne di più: Tarantismo e NeoTarantismo

 

Se vuoi leggere altri testi, torna... in transe!

.

Scrivi a Tarantula Rubra: info@tarantularubra.it